Gli studenti scrivono il decalogo della “lezione web che funziona” e si torna in aula in modo virtuale - Scuola della Formazione Professionale DIEFFE - Sede di Spinea

evento


DATA


STUDENTI
1 B


DOCENTI
Bottignolo Elisa

Gli studenti dell’Istituto Professionale Dieffe di Spinea (VE) scrivono il decalogo della “lezione web che funziona” e si torna in aula in modo virtuale

Si possono trovare gli ingredienti per far fronte alle difficoltà quotidiane?

Gli studenti dell’Istituto Professionale Dieffe ad indirizzo Sala&Bar e Cucina Dieffe di Spinea pensano proprio di sì. Oggi, durante le lezioni multimediali a distanza attive già da lunedì per direttiva della Regione, gli allievi della prima B sono stati protagonisti di un progetto di cittadinanza attiva.

Durante le ore di comunicazione multimediale, grazie ad un programma che avevano imparato ad utilizzare durante le lezioni frontali nei primi mesi di scuola, hanno redatto un’infografica di 10 punti per far bene a scuola anche in un momento in cui la didattica frontale non può essere svolta per motivi legati alla salute.

“Gli ingredienti della lezione web che funziona” è il titolo che hanno voluto dare a questo lavoro svolto in modo corale, anche se ognuno, di fatto, tra le mura di casa propria.

Condividiamo con voi questo decalogo, prova che quando è presente la comunità educante, in carne ed ossa oppure virtuale, imparare si può. Insieme.

Grandi ragazzi! Avanti tutta!

1. Avere rispetto per le persone che partecipano alla videolezione. Rispettare anche i turni di parola tra studenti e docenti ed essere comprensivi davanti agli errori commessi altrui.

2. La videolezione resta una lezione, anche se siamo in luoghi diversi dalla scuola, l’obiettivo è continuare ad imparare.

3. Utilizzare gli strumenti della videolezione, per esempio la chat, in modo opportuno e non per commenti personali fuori contesto.

4. Ricordarsi che la videolezione è a distanza, quindi bisogna scegliere le parole giuste da dire per rendere la comunicazione efficace e fare attenzione alle immagini profilo scegliendole con cura. Fare attenzione alle immagini riprese dalla webcam, se attiva.

5. Evitare scherzi come, per esempio, silenziare i microfoni dei partecipanti.

6. Disporre di mezzi multimediali adeguati: buoni PC, microfoni, webcam e connessione stabile, sia a scuola che a casa.

7. Fare rete tra partecipanti, aiutandosi il più possibile nell’utilizzo dei mezzi (c’è chi è più competente e chi meno) e nella comprensione della videolezione.

8. Essere tutti collaborativi, ognuno deve aiutare gli altri e rendersi disponibile a fornire informazioni.

9. Gli allievi puntuali devono essere puntuali e on-line agli orari stabiliti, pur mantenendo un minimo di flessibilità per eventuali cadute di rete.

10. La lezione deve essere ben organizzata e deve prevedere materiali multimediali, esercitazioni e pause adeguate. Ogni tema affrontato deve avere chiaro un obiettivo che viene comunicato all’inizio della lezione. Tutto il gruppo, insieme, cerca di raggiungerlo.

In questi giorni virtuale, ma pur sempre comunità scolastica.

SCARICA IL PDF DELLA LOCANDINA

Top